tel. 02 36.58.00.10

Commedie Italiane

Prosa SPETTACOLO IN SCENA

29 novembre - 16 dicembre 2018

Cognate – Cena in famiglia

di Éric Assous regia di Piergiorgio Piccoli

Prosa PROSSIMO SPETTACOLO

singles-capodanno

20 dicembre - 06 gennaio 2019

Singles

di Rodolphe Sand e David Talbot
regia di Rodolphe Sand

Prosa PROSSIMO SPETTACOLO

dehon

10 gennaio - 27 gennaio 2019

Niente è come sembra

di Piero Ferrarini
regia di Guido Ferrarini

IL TEATRO
INCONTRA
IL CINEMA

NEWS E PROMOZIONI

Cosa fate a CAPODANNO?

Passate il CAPODANNO all'insegna del divertimento con la commedia SINGLES con Marco Cavallaro, Antonio Grosso e Claudia Ferri. Dopo lo spettacolo non perdete il brindisi e il piccolo buffet di Felice Anno Nuovo con gli attori! Vi aspettiamo lunedì 31 dicembre dalle ore 20 a soli 45 euro (mezzanotte esclusa).


ACQUISTA ONLINE

Il sabato pomeriggio costa meno!

Sul secondo e terzo sabato pomeriggio di programmazione puoi acquistare i tuoi biglietti al prezzo speciale di 15 euro.


ACQUISTA ONLINE

Il cinema a soli 4 €

Risparmia, acquista la prepagata
per la Stagione Cinematografica 2018/2019:
40€ x 10 ingressi = 4€ a spettacolo invece di 6€

La prepagata è valida per una o più persone.

ACQUISTA ONLINE

RASSEGNA STAMPA
DICONO DI NOI

Cognate – Cena in famiglia

Il regista conduce un gruppo di attori affiatati e porta i personaggi a liberarsi dalle convenzioni, permettendo loro inattese trasformazioni e svelandoci così molti comportamenti contraddittori e complessi all’interno delle coppie.

Cognate – Cena in famiglia

È una situazione familiare che può ricordare quella di Parenti serpenti di Mario Monicelli. Racconta il rapporto tra cognate completamente diverse tra loro. Una dice che vengono prese in ostaggio da mariti fratelli che hanno voglia di vedersi. Le cognate, però, non hanno niente da condividere...

Cara professoressa

Uno spettacolo potente, diretto ed interpretato prestando attenzione a tutti i particolari, capace di colpire ripetutamente lo spettatore allo stomaco. Non c’è assoluzione e non c’è perdono, solo la consapevolezza primordiale di ciò che si è e che invece si vorrebbe essere, e di quel “cara professoressa”, pronunciato all’inizio da uno degli studenti, non resta più nulla se non una pallida eco.

Cognate – Cena in famiglia

«Una commedia, con i toni grotteschi e spiazzanti della scuola francese, molto diversa dalla commedia di caratteri tipica dell'Italia. Fa perno su una cena degli equivoci: tre fratelli, le rispettive mogli e una segretaria, incautamente invitata, che porta tempesta.»

Cognate – Cena in famiglia

In un periodo in cui il teatro si compiace di “elargire” impegno con spettacoli radical -chic, fa piacere riconoscere che una commedia molto divertente possa essere intelligente e non disimpegnata.

L'ho fatto per il mio paese

Fatevi catturare dalla bravura degli attori che provocherà nello spettatore spunti di riflessione su quelle che sono nella realtà argomenti delicati, di cui spesso si è protagonisti involontari.

L'ho fatto per il mio paese

Scritto da Antonio Cornacchione (anche protagonista) e dagli autori di Maurizio Crozza ben prima del governo giallo-verde (ha un paio di anni), è uno spettacolo che dice molto del nostro Paese. Come sempre per paradosso.

L'ho fatto per il mio paese

Dalla penna pungente degli autori di Maurizio Crozza e dello stesso Cornacchione, un rapimento che si fa convivenza forzata, accorcia le distanze, smonta i ruoli e ribalta il finale in nome di una comune solitudine.

L'ho fatto per il mio paese

una trama narrativamente sviluppata e al tempo stesso chiara e immediata [...] molto buono anche l’equilibrio narrativo, con una prima parte comica e una seconda metà tragico-drammatica

L'ho fatto per il mio paese

Un tragicomico ritratto dell’Italia di oggi.

L'ho fatto per il mio paese

Ancora campioni sul palco del Martinitt. Un Antonio Cornacchione perfetto nei panni di un Don Chischotte squattrinato e sventurato, porta in scena una fotografia dei nostri giorni incerti. Dalla penna pungente degli autori di Maurizio Crozza e dello stesso Cornacchione.

Chat a due piazze

Gianluca Ramazzotti che interpreta l’amico del fedifrago, dà il meglio di sé esprimendosi con le parole ma soprattutto con il corpo, come del resto fa il bravo Antonio Pisu (Mario).

Chat a due piazze

La scenografia di Nicola Cattaneo si basa su una sola stanza-soggiorno realizzata con accuratezza nei dettagli. Da questa stanza si aprono varie porte che rivelano mobilia e particolari delle altre stanze. La genialità di questa soluzione scenografica, che rimane fissa per tutto il tempo dello spettacolo, consiste nell’offrire in contemporanea uno spaccato di vita vissuta negli appartamenti delle due famiglie.

Chat a due piazze

Un’esplosione di ilarità e scene divertenti. Grazie alla sinergia e alla bravura del cast, lo spettacolo riesce a colpire e a catturare l’attenzione fino alla fine.

L'inquilino

Un’interpretazione straordinaria e di altissima comicità dove la risata è accompagnata all’attualità dei fatti... Una commedia dolce-amara che vi farà ridere e rimanere di sale in un continuo capovolgersi di situazioni ed eventi dove nulla è da dare per scontato.

L'inquilino

Ancora si rivela vincente la scelta di rappresentare in maniera leggera e brillante temi della società di oggi: il lavoro precario e le conseguenti difficoltà nel fare progetti per la propria vita, l’amore e l’amicizia ai tempi della crisi. Un trio di attori ben amalgamati e affiatati danno vita a una rappresentazione per niente banale, gradevole, spassosa, senza mai eccedere nei toni, molto delicata. Molti gli applausi del pubblico.

L'inquilino

Una commedia scorrevole simpatica, ma a tratti graffiante ed amare contraddistinta dalle debolezze dell’essere umano che lo portano a cadere nella fragilità facendolo crollare sia psicologicamente che emotivamente spingendolo a scelte di cui potrà pentirsi, dove ormai sarà troppo tardi per tornare indietro.

L'inquilino

DA VEDERE. Per una serata all’insegna di relax e risate. Commedia ben recitata, divertente e briosa, con due impensabili colpi di scena. Non manca comunque di regalare allo spettatore degli spunti di riflessione su precarietà, fiducia e amicizia, ai tempi dell’attuale crisi.

Ieri è un altro giorno

La storia è folle e spassosa e la perfetta regia di Eric Civanyan ne fanno un piccolo capolavoro. I tanti applausi del pubblico visibilmente divertito decretano il meritato successo di questo spettacolo.

Ieri è un altro giorno

Un gruppo di attori conosciuti al grande pubblico come Antonio Cornacchione (conosciuto per la partecipazione a diversi programmi televisivi quali Zelig, Crozza Italia, Che tempo che fa), Gianluca Guidi (apparso nel recente Hollywood – come nasce una leggenda) e la partecipazione straordinaria di Antonio Conte per uno spettacolo divertente e dai risvolti inaspettati.

seguici su
facebook


seguici su
twitter


seguici su
instagram


PARTNER & SPONSOR

ATK+lab - Web Agency
riconosciuto da
Regione Lombardia
con il contributo di
Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo
sponsor
De Nora
con il contributo di
Fondazione Cariplo